Il racconto d’inverno

TitoloIl racconto d’inverno
Anno di messinscena2007
RegiaFrancesco Manetti
TraduzioneAgostino Lombardo
Note di regiaPDF

Sinossi

Sicilia: improvvisa e immotivata è la gelosia del re Leonte per la sua regina Ermione e l’amico d’infanzia Polissene re di Boemia. Leonte è nemico a se stesso, è Iago e Otello insieme. Genera e rende reali le proprie ossessioni fino a processare pubblicamente l’amata moglie, fino a far esporre la figlia appena nata, fino a far morire di dolore il giovane figlio Mamilio. Non c’è redenzione possibile né pentimento sufficiente.

Boemia: sono passati sedici anni. Una festa campestre. Florizel e Perdìta, due ragazzi perdutamente innamorati, novelli Romeo e Giulietta che però non cercano e non provocano morte. Attraverso il loro amore gli adulti potranno redimersi: canti, risate, sorprese e truffe generate da Autolico, un furfante venditore di storie. Quindi la riconciliazione e la gioia struggente del ritrovarsi.

Cast artistico

Interpreti (in ordine alfabetico):

Polissene: RICCARDO BALLERINI

Perdìta : CLAUDIA BENASSI

Il pastore, un nobile: FRANZ CANTALUPO
Camillo: MICHELE DEMARIA

Emila, Mopsa: AZZURRA FIUME GARELLI

Florizel : GIULIOFORGES DAVANZATI

Paolina, Dorca : MARICA GUNGUI

Ermione: AGLAIA MORA

Leonte: ANDREA RICCIARDI

Antigono: ALESSANDRO RUGNONE

Autolico, un nobile: ARPAD VINCENTI

Il contadino, un nobile: STEFANO VONA BIANCHINI

e con IACOPO OLMO ANTIGNATI ed EMANUELE RESTIVO

Cast tecnico

REGISTA COLLABORATORE: Sandro Maria Campagna
COSTUMI ED ELEMENTI SCENICI: Alessandra Traina
CONSULENZA MUSICALE: Alfredo Lacosegliaz


Materiale d’archivio consultabile in sede

Video
Foto
Copioni
Bozzetti
Dati statistici del pubblico
Studi critici
Rassegna stampa

I commenti sono chiusi.