Fool. I comici in Shakespeare

TitoloFool. I comici in Shakespeare
Anno di messinscena2012
RegiaConsuelo Barilari
TraduzioneMasolino d’Amico
Note di regiaPDF

Sinossi

In una notte surreale, seduto su una gigantesca alta luna (altalena a forma di luna) c’è un FOOL bianco (il “sovereign fool” che troviamo nel Re Lear); è un omino piccolo e magro, senza scarpe, con una camiciola bianca  al ginocchio; suona un bengio e canta con malinconia. Canta “Moon River”, lamenta di aver incontrato un… FOOL e di voler diventare come lui. L’omino viene interrotto dall’ingresso degli altri FOOL, c’è molta agitazione: devono prepararsi per una rappresentazione, si tratta del “Sogno di una notte di mezza estate” di W. Shakespeare e in particolare la scena in cui la compagnia dei comici deve rappresentare Piramo e Tisbe  per la corte del Re. I FOOL interpretano a loro modo  le opere di W. Shakespeare: il bosco di “Come vi piace” diventa un mondo country e tutto è immerso in un’atmosfera da western, “Molto rumore per nulla” diventa il mondo di lustrini e paillettes del varietà,  “La bisbetica domata” il mondo trasgressivo e infernale di un’opera rock, il teatro dell’assurdo alla Beckett si mischia con l’avanspettacolo.

Cast artistico

Interpreti (in ordine alfabetico):

Il Fool Nothing e Rosalinda, Don Pedro, Primo giannizzero, il Leone

Il Fool Launce e lo Sceriffo, Leonato, il Cane, l’Uomo sulla Luna

Il Fool Yorick e Orlando, Claudio, Caterina, Tisbe

Il Fool Speed e Jaques, Celia, Petruccio, il Muro

Il Fool Feste e   Paragone, Benedetto, Secondo giannizzero, Piramo

 

ROBERTO ALINGHIERI


MARCO AVOGADRO       


FRANCESCO BONOMO    


ADOLFO MARGIOTTA      


ANDREA NICOLINI       

Cast tecnico

COSTUMI: Guido Fiorato

MUSICHE DI SCENA ORIGINALI: Federico Odling

LUCI: Liliana Iadeluca


Materiale d’archivio consultabile in sede

Video
Foto
Copioni
Bozzetti
Dati statistici del pubblico
Studi critici
Rassegna stampa

Anteprima

I commenti sono chiusi.